#machenesanno

Van der Meyde: “De Boer stattene a casa”

L’Italia non è attualmente l’unico paese a dover fare i conti con la crisi del proprio movimento calcistico.

Anche l’Olanda che negli ultimi cinquanta anni ha prodotto tra i migliori talenti del calcio mondiale, deve riflettere sulla debacle che ha visto gli orange restare fuori sia dagli Europei in Francia del 2016 che agli ultimi Mondiali in Russia del 2018.

In queste ora la federazione sta infatti discutendo a chi affidare la panchina della nazionale per risollevare il movimento e portare nuovamente la selezione vice campione del mondo del 1974, 1978 e 2010 alla fase finale di una grande manifestazione.

Tra i possibili nomi sui quali si sta discutendo, il favorito sembra l’ex allenatore dell’Ajax Ronald Koeman, ma tra i papabili è sorta anche la candidatura di Frank de Boer.

L’ex difensore dei lancieri, campione d’Europa con i lancieri nella stagione 1994/95, sembrava aver il destino segnato dopo aver conquistato ben quattro campionati olandesi.

Tuttavia le successive esperienze negative maturate sulla panchina dell’Inter prima e su quella del Crystal Palace nel corso della stagione corrente, non sembrano aver offuscato le sue possibilità di divenire commissario tecnico della nazionale.

 

Per questo motivo una vecchia conoscenza del calcio italiano che non ha mai avuto peli sulla lingua, ha deciso di schierarsi apertamente contro questa possibile decisione, affermando: “Frank de Boer vuole pensarci qualora gli venisse chiesto dell’Olanda? Non farlo cazzo! Pensa a te stesso”.

Un attacco duro che però considerando gli ultimi risultati, potrebbe salvare il calcio olandese che sembra aver imboccato una strada senza alcuna via d’uscita.