L'essenza della Nostalgia

Usa ’94, i 25 momenti più nostalgici

al 10° posto Il goal di Maradona alla Grecia

Si congeda così il più forte, con un gol dei gol più belli della storia dei mondiali. Esatto, è una delle combinazioni più belle di quel Mondiale è sicuramente quella che portò alla rete del “Dies” nella gara contro la Grecia. Una fitta rete di scambi tra lo stesso Maradona, Caniggia e Fernando Redondo che resta uno splendido spot per il calcio.

maradona goal grecia

al 9° posto L’autogoal di Escobar

L’autogoal di Andres Escobar nella gara contro gli Stati Uniti costò l’eliminazione alla Colombia, arrivata negli States con grandi ambizioni dopo aver battuto nelle qualificazioni per 5-0 l’Argentina al “Monumental”. Di questo momento non c’è nessuna “nostalgia”, bensì una tristezza infinita per come poi andarono le cose, ma non possiamo non citare Escobar in questo articolo.

escobar

all’8° posto La Svezia che chiude al 3° posto

Vera rivelazione di quel Mondiale, la Svezia chiude al 3° posto vincendo la “finalina” contro la Bulgaria e calando il poker con le reti di Larsson, Andersson, Brolin e Mild. Tanti giocatori vennero a giocare in Serie A, ricordiamo sempre con affetto il guerriero Klas Ingesson, vero motore di quella cavalcata mondiale svedese.

svezia usa 94

al 7° posto Le divise di Campos

Uno dei ricordi che ci porteremo per sempre dietro di quel mondiale, sono le eccentriche e coloratissime divise da gioco indossate dal portiere messicano Campos, già protagonista delle nostre Machenesanno’s cup.

campos

al 6° posto La dedica del Brasile a Senna

Subito dopo la fine della gara i giocatori brasiliani resero omaggio al pilota carioca Ayrton Senna. Un omaggio doveroso verso un campionissimo che ha scritto pagine indelebili nella storia della F1.

brasile senna

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO, CLICCA SUL TANGO PER VEDERE LE PRIME 5 POSIZIONI