L'essenza della Nostalgia

Tutti i calciatori brasiliani nella storia della Juventus

Armando Miranda

Attaccante

17 presenze e 12 reti

Nel settembre del 1962 il Corinthians lo cedette alla Juventus di Torino, alla ricerca di un centravanti potente, in grado di non far rimpiangere John Charles. Non molto dotato tecnicamente, Armando Miranda era alto e prestante, e rimase famoso per la potenza del suo tiro e per le capacità balistiche su punizione che gli consentirono di siglare moltissime reti.

Bruno Siciliano

Attaccante

12 presenze e 4 reti

Cresciuto calcisticamente nel Botafogo, si mette presto in luce come centravanti veloce e dalle buone doti tecniche ed in virtu’ delle sue chiare origini italiane, viene acquistato dalla Juventus in qualità di oriundo. Giunto in Italia viene immediatamente smistato al Lanerossi Vicenza in prestito dove, pur giocando 21 gare, va in goal solo una volta. Dopo un’altra parentesi in veneto, questa volta al Venezia, la Juventus lo inserisce nella sua rosa dove si alternerà con Nicolè a dare supporto alla prima punta Miranda ed al “cabezon” Sívori.

Dino da Costa

Attaccante

51 presenze e 11 reti

1 Coppa Italia

Giunse a Roma nel 1955, dopo che in una tournée in Italia del Botafogo, venne notato dagli osservatori giallorossi. Nel 1963 la Juventus acquistò il suo cartellino. Rimase a Torino per tre stagioni vestendo la maglia bianconera 70 volte e segnando 12 reti e conquistando la sua terza Coppa Italia.