L'essenza della Nostalgia

Tra top, flop e rimpianti: la campagna acquisti 1995/96 dell’Inter

La stagione 1995/96 vide l’Inter presentarsi ai nastri di partenza con ambizioni rinnovate. Dopo l’insediamento al vertice della società meneghina di Massimo Moratti-avvenuto nel febbraio del 1995-furono molti i tifosi che sperarono di rivivere le gesta della Grane Inter quando al timone era presente il padre Angelo.

Il mercato estivo del 1995 fu il primo della nuova era targata Massimo Moratti. In panchina venne confermato l’allenatore del primo storico scudetto nella storia del Napoli: Ottavio Bianchi. A destare curiosità fu soprattutto l’insieme di calciatori che vennero acquistati nel corso di quella sessione di calciomercato. Tra promesse, giovani talenti e calciatori provenienti dal Sud America furono tanti i prospetti che nel corso di quella sessione approdarono alla Pinetina, giunte in concomitanza di alcune cessioni eccellenti.

Basti ricordare che lasciarono il capoluogo milanese gli olandesi Bergkamp, Jonk, l’uruguagio Ruben Sosa oltre al Campione d’Europa 1991 con la Stella Rossa: Darko Pančev.

Ma scopriamo insieme quali furono i 12 indimenticabili colpi di quel calciomercato da parte dei nerazzurri che anche nella sessione autunnale arricchirono la loro rosa con delle autentiche perle:

Felice Centofanti

Dall’Ancona all’Inter per 1,4 miliardi di lire

9 presenze e 1 rete

Approda nella società nerazzurra durante il primo mercato della gestione di Massimo Moratti. Nell’anno in cui vengono per la prima volta assegnati i numeri di maglia sceglie il numero 9. In campionato, visto poco inizialmente da Bianchi, riesce a ritagliarsi un po’ di spazio sotto la guida di Hodgson, andando anche a segno nel corso della gara interna contro la Fiorentina che vedrà comunque soccombere i nerazzurri con il punteggio di 1-2.