Livello Nostalgia, Meteore

Primavera dell’Inter che non hanno mai debuttato in prima squadra

Da tempo immemore il settore giovanile interista è uno tra i migliori in tutto il panorama calcistico. Alcuni grandi talenti sono andati ad arricchire le fila della prima squadra, sfornando talvolta campioni, altre volte giocatori che hanno avuto la possibilità di mettersi in luce in altri palcoscenici. È successo anche, però, che l’Inter si sia fatta scappare qualche giocatore straordinario nelle giovanili o, semplicemente, qualcuno che rappresenti raffinata nostalgia. Oggi abbiamo voluto ricordare i primavera dell’Inter che non hanno mai debuttato in prima squadra.

Noi ne abbiamo scovato qualcuno in questi ultimi trentanni. Per questo motivo sono stati esclusi calciatori come Oscar Damiani ed Egidio Calloni. Inoltre non rientrano in questa speciale classifica, coloro i quali risultino ancora in attività. Ve li ricordate tutti?

Gionatha Spinesi

Il Gabbiano ha fatto il suo esordio col Pisa, con cui fece una parte di percorso delle giovanili (prima dell’Inter). Dopo il Castel di Sangro, è approdato al Bari. In pochi mesi diventa il compagno di reparto di Antonio Cassano. Sempre con il Bari torna anche in serie B, dove continua a segnare. Passato all’Arezzo raggiunge un primo traguardo importante: capocannoniere della serie B con 22 gol. L’anno dopo si sposta al Catania, seguendo mister Marino, con lui ad Arezzo, e aiuta con 23 reti il popolo del Cibali a raggiungere la A. Una volta tornato nella massima serie segna altri 17 gol, prima di essere torturato dagli infortuni nelle stagioni successive.  Lascia il Catania in un commovente giro di campo al Massimino, assieme a Baiocco e Bizzarri. E lascia anche il calcio, dedicandosi alla torrefazione.