Livello Nostalgia, I re di provincia

L’uomo che batteva i rigori di testa

A metà degli anni ’90 la Serie A era affollata dai più grandi calciatori presenti nel panorama internazionale. Tra questi in particolar modo uno, pur essendo oggetto della critica agli esordi nel nostro campionato, riuscì pian piano ad emergere, risultando uno dei cannonieri più prolifici del nostro torneo.

Stiamo parlando di Oliver Bierhoff, che arrivato in Italia all’Ascoli (via Inter), riuscì dopo un avvio stentato e difficile, ad imporsi come uno dei centravanti più impattanti.

Il tedesco, giunto in Italia nel 1991, trovò inizialmente numerose difficoltà, tanto da siglare appena due reti nella sua prima stagione.

Le due conseguenti annate in Serie B con i marchigiani, invece riuscirono a trasformare quel goffo e poco aggraziato ragazzo proveniente da Karlsruhe in un autentico panzer in grado di scardinare le difese avversarie.

37 reti realizzate tra i cadetti nel 1992/1993 e nel 1993/1994, gli valsero oltre al titolo di capocannoniere del torneo nella prima stagione, anche l’attenzione di club più blasonati.

Impressionante fu successivamente il suo impatto con la maglia dell’Udinese con cui in tre stagioni siglò la bellezza di ben 57 reti in campionato in 86 presenze. Una media altissima, che gli valse un altro titolo di capocannoniere nel 1997/1998.

Questa volta, il teutonico, arrivò addirittura davanti a campioni del calibro di Ronaldo, Baggio e Del Piero, concludendo il suo campionato a quota 27 reti, diventando così l’unico straniero a vincere la classifica cannonieri sia in A che in B.

Ecco la classifica cannonieri della stagione 1997/1998:

Classifica Marcatori Serie A 1998

Il suo approdo al Milan nell’estate del 1998, inoltre fu di fondamentale importanza per la vittoria del 16° scudetto della storia rossonera.

Bierhoff contribuì difatti al successo della squadra di Zaccheroni grazie a 19 reti, quasi tutte decisive e delle quali ben 15 segnate di testa. Sui palloni alti il tedesco dimostrò difatti di essere infallibile, guadagnandosi l’appellativo di “Gravità 0”.

Un centravanti che nel corso della sua carriera ha dimostrato, pur venendo spesso criticato per alcuni suoi errori sotto porta, un grandissimo carisma ed un grandissimo senso del goal che oggi lo rendono certamente ancora più nostalgico.

Ecco il video con le 27 reti che gli valsero la vittoria della classifica marcatori nel 1997/1998:

Oliver Bierhoff (Udinese) – Serie A 1997/98 – 27 goals

SERIE A 1997-98 Oliver Bierhoff (Udinese), 32 pres., 27 goals (2 rigori)