Livello Nostalgia, Eroi senza tempo

I migliori giovani nella storia dei mondiali

Florian Albert

1962

L’arte fatta a persona, o meglio a calciatore. In una Nazionale Ungherese ancora ferma nel ricordo delle prodezze di Puskas e Kocsis, spunta questo ragazzo di umili origini e dal forte accento slavo, militante nel Ferencvaros del quale è stella già da qualche anno e fresco vincitore della medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Roma 1960. Regala gol, velocità e spettacolo fino all’eliminazione dalla coppa della squadra magiara ai quarti di finale per mano della Cecoslovacchia. Si laurea capocannoniere con 4 reti insieme ad altri cinque calciatori.