Livello Nostalgia, Nostalgia oltre i confini

Meravigliosamente Didier Drogba

Didier Drogba nella storia del calcio ha certamente lasciato un segno indelebile. Ancor più se si pensa agli anni nei quali spadroneggiava lungo le sponde del Tamigi, vincendo titoli in Premier e portando il Chelsea, quasi da solo, sul tetto d’Europa nel 2012.

Ma si sa il nostalgico non ricorda soltanto gli anni di gloria di un grande campione, ma riassapora ogni qual volta lo vede scendere in campo i momenti precedenti alla sua definitiva consacrazione.

Per questo motivo noi ricordiamo come esplose la carriera dell’attaccante ivoriano più forte nella storia del calcio, il quale dopo il difficile avvio al Le Mans, diede un’autentica svolta alla sua carriera trasferendosi al Guingamp con cui mise a segno 17 reti in 34 partite. Le prestazioni nella stagione 2002/2003 rappresentarono un vero bivio nella carriera di Drogba, che passato all’O.M. nell’estate del 2003, riportò il club della costa azzurra a disputare una finale Europea dopo la fragorosa sconfitta del 1999 contro il Parma.

I transalpini infatti dopo aver iniziato la loro stagione europea in Champions League, furono retrocessi in Coppa Uefa (vi ricordiamo che l’Europa League non esiste), dopo essere arrivati terzi dietro al Real Madrid ed al Porto (futuro campione), con appena 1 vittoria in sei gare.

Tuttavia il rendimento di Drogba che siglò ben 5 reti nel girone F della massima manifestazione europea, fece bene sperare per il proseguimento in Coppa Uefa, dove il Marsiglia si sbarazzò del Dnipro grazie all’1-0 nella gara d’andata. Rete neanche a dirlo dell’attaccante della Costa d’Avorio.

Il cammino dei francesi proseguì sempre più speditamente negli ottavi di finale dove fecero fuori il Liverpool (1-1 ad Anfield e 2-1 al Velodrome) con la solita inconfondibile firma del numero 11, a segno sia all’andata che al ritorno.

I quarti di finale misero di fronte l’O.M. contro l’Inter. Due squadre che stavano affrontando la stagione in modo speculare, eliminate nella prima fase della Champions League e retrocesse in Coppa Uefa, entrambe avevano optato per il cambio in panchina e stentavano a trovare la giusta continuità in campionato. Per questo motivo la doppia sfida rappresentava l’unica possibilità di salvare la stagione.

Barthez e compagni, nonostante fossero sfavoriti sulla carta riuscirono anche in questo caso a ribaltare il pronostico e con un doppio successo si guadagnarono il diritto a disputare la semifinale contro il Newcastle di Alan Shearer.

Ecco le immagini con il doppio successo dell’O.M. sui nerazzurri:

Drogba Meriem Marseille Inter 2003/04 Coupe UEFA

Uploaded by DROIT AU BUT TV on 2016-03-23.

La squadra allenata da Josè Anigo, dopo essere uscita indenne dal St James’ Park, impattando sullo 0-0, fu trascinata verso la finalissima da un Velodrome caldissimo, in cui erano presenti quasi 60.000 spettatori. Il man of the match fu ovviamente Didier Drogba, il quale fu assolutamente straripante per tutta la partita.

Da apprezzare il goal del vantaggio dell’O.M., in cui Drogba mostra tutto il suo strapotere fisico andando a segnare la rete dell’1-0:

Marseille vs Newcastle (2004)

Demi-finale retour de la Coupe de l’UEFA 2004

Purtroppo la finale non ebbe l’esito sperato per Drogba e tutto il Marsiglia, che venne sconfitto per 2-0 dal Valencia di Rafa Benitez.

Un’impresa a metà, ma che certamente ha temprato il carattere di uno degli attaccanti africani più apprezzati in Europa e che con quel Marsiglia è entrato nella storia della nostalgia.