C'era una volta...

#Machenesanno della doppietta di Pinga al Milan

Il nostalgico non è soltanto colui il quale ricorda i grandi nomi ed i grandi calciatori transitati nella nostra Serie A negli anni ’90. Per questo motivo non omaggiamo soltanto i vari Ronaldo, Vieri e Batistuta, ma ci piace annoverare anche tutti quei calciatori che hanno segnato il periodo della nostalgia.

Per questo motivo ci sembra doveroso ricordare i primi due goal in massima serie di uno dei prospetti più interessanti della stagione 1999/2000. Stiamo parlando di André Luciano da Silva, meglio conosciuto semplicemente come Pinga.

Pinga che è tutt’ora un calciatore dell’America-MG, fu portato nel vecchio continente dal Torino, allenato all’epoca da Emiliano Mondonico. Il calciatore brasiliano dopo aver debuttato nel corso di Torino-Perugia (0-1), subentrando al posto di Sommese a sette minuti dal termine, pur essendo ancora acerbo riuscì pian piano a mettersi in luce, facendo intravedere buone doti tecniche e soprattutto un ottimo sinistro.

Arriviamo così al 16 aprile del 2000, con il Torino che alla disperata ricerca di punti per cercare di restare in scia di Bari e Lecce, che occupano le ultime posizioni utile per mantenere la categoria.

Il “Mondo”, che aveva già schierato dal primo minuto il talento del settore giovanile del Cearà nel precedente turno con il Parma, ripropone in avanti il tandem offensivo composto per l’appunto da Pinga e Ferrante.

Il match inizia male per il “Toro”, che va sotto dopo appena quindici minuti d’orologio, causa il gran goal siglato da Massimo Ambrosini che dal limite dell’area trova l’angolino basso alla destra di Bucci e porta in vantaggio il Milan.

La gara diventa così incandescente con il Torino che prova con tutte le proprie forze a giungere al goal del pareggio, già prima dell’intervallo.

I granata infatti dopo essere andati vicini all’1-1 con Ferrante, rimettono le cose a posto grazie alla prima marcatura in Serie A di Pinga, che sfrutta alla perfezione il cross dalla destra di Mendez per battere Abbiati con un perentorio colpo di testa.

Nella ripresa, Il Torino si getta in avanti alla disperata ricerca del goal che darebbe ossigeno ai granata in vista del rush finale. A trasformarsi nell’eroe della giornata è ancora una volta Pinga, che servito all’interno dell’area di rigore da Pecchia, controlla il pallone con il petto e scavalca l’estremo difensore rossonero con un delizioso pallonetto. Il “Delle Alpi” è in delirio.

I campioni d’Italia, invischiati nella bagarre per conquistare un posto nella prossima Champions League, trovano la rete del pareggio con Guly che sigla il 2-2, grazie anche ad una deviazione fortuita di un difensore del Torino che mette fuori causa Bucci.

Nel finale Zaccheroni, cercando di emulare Mondonico, prova la carta della disperazione, inserendo Mohamed Datti Alyu, che a tu per tu con Bucci sfiora la rete del sorpasso rossonero.

Finisce così in parità la sfida tra Torino e Milan, che passerà alla storia come la partita in cui un Pinga appena diciottenne rubò la scena siglando una fantastica doppietta al Milan ed illudendoci con una prestazione sensazionale.

Anche questa è nostalgia.

La sintesi del match con la doppietta di Pinga ed i goal di Ambrosini e Guly:

Serie A 1999/2000: Torino vs AC Milan 2-2 – 2000.04.16 –

30^ giornata TORINO vs MILAN 2-2 Reti: 15′ Ambrosini, 29′ e 69′ Pinga, 77′ Guglielminpietro TORINO: Bucci, Ficcadenti (65′ Pecchia), Bonomi, Maltagliati, Mendez, Sommese (72′ Tricarico), Brambilla, Jurcic, Lentini I, Ferrante, Pinga (72′ Escalona) – All.: Mondonico MILAN: Abbiati, Chamot, Costacurta, P.

Il tabellino della gara:

Torino-Milan 2-2 tabellino