#machenesanno

Le figurine di Volpi e Poggi: l’anno in cui venne battuto il record per curare le carie

Oggi parliamo di figurine introvabili: parliamo delle figurine di Volpi e Poggi.

Siamo nel 1997 e la Seria A si appresta a vivere una di quelle stagioni che rimarranno per sempre ben impresse nei cuori e nelle menti dei nostalgici, dove l’epilogo è riassumibile tutto nel duello all’ultimo sangue tra Juventus ed Inter.

Le pretendenti al titolo solo le solite note sulla carta ma ben presto emergeranno dalla mischia i bianconeri dell’Udinese, guidati dalla rivelazione Zaccheroni che del “tutto per tutto” di footballmanageristica memoria ne farà un proprio credo. Il suo centravanti di fiducia, Oliver Bierhoff, vincerà la classifica cannonieri con 27 sigilli davanti a nomi di altissimo prestigio come Ronaldo, Baggio, Batistuta e Del Piero.

La Juve brinderà al suo venticinquesimo tricolore non con poche difficoltà.

“Barbie Girl” degli Aqua faceva da colonna sonora all’estate ’97, rispecchiando fedelmente la tradizione dei tormentoni estivi e la loro capacità di lobotomizzare le nostre menti.

Tutto regolare fin qui se non per una novità che da li a poco avrebbe avuto un successo nazionalpopolare fra bambini ed adolescenti: il mini album di figurine con le gomme Topps!

Attaccare i proprio idoli in foto dopo aver scartato la classifica bustina, assaporandone l’inconfondibile profumo, era una consuetudine che trovava sfogo da sempre nella Panini.

Continua a leggere l’articolo e scopri perchè non hai trovato le figurine di Volpi e Poggi