L'essenza della Nostalgia

La “Top 11” dell’Udinese dal 1990 al 2004

Prosegue il nostro viaggio alla scoperta delle “Top 11” di tutte le squadre della Serie A. Vi ricordiamo che abbiamo già fatto quelle di Milan, Juventus, Inter, Roma, Lazio, Parma, Napoli, Reggina, Fiorentina, Sampdoria, Cagliari e Bari.
(Clicca sulle singole squadre evidenziate in blu per vedere tutte le “Top 11”).

Oggi è il turno dell’Udinese, che negli anni ’90 dopo aver centrato due promozioni in Serie A di cui l’ultima nel 1994/1995, si è attestata come una delle realtà più competitive del nostro campionato, centrando un clamoroso terzo posto al termine della stagione 1997/1998.

I friulani inoltre hanno segnato il periodo nostalgico grazie anche ad alcune partite in ambito Europeo che ancora oggi ci fanno sussultare, come il doppio confronto con l’Ajax, dove soltanto un goal di Arveladze nel finale tolse una clamorosa qualificazione agli uomini di Zac. Come dimenticare del resto l’impresa di Leverkusen, con mattatore assoluto Massimo Margiotta.

Ovviamente tenete sempre bene a mente il periodo, le nostre “Top 11” vanno dal 1990 al 2004, quindi non sarà presente Zico, che con l’Udinese ha giocato negli anni ’80.

Ed ora iniziamo:

Lo schema che abbiamo scelto è il 3-4-3, che tante soddisfazioni ha dato ai bianconeri negli anni ’90:

In porta troviamo Luigi Turci, che ha battuto la concorrenza di Morgan De Sanctis e di Giuliano Giuliani, scomparso prematuramente all’età di 38 anni.

In difesa conquistano una maglia da titolare Valerio Bertotto, storico capitano dell’Udinese, Nestor ”Jolly” Sensini che ha debuttato in Italia proprio con l’Udinese e Calori, preferito a Gargo.

Le scelte più difficili lo ammettiamo sono state dal centrocampo in su, ma non abbiamo voluto rinunciare alla duttilità di Martin Jorgensen, alla classe di Stefano Fiore ed alle geometrie di Pizarro. Chiude il reparto il danese Thomas Helveg, perfetto per il 3-4-3. Meritano una citazione calciatori come Giannichedda, Walem, Locatelli e Cappioli, i quali dovranno accontentarsi di figurare tra le riserve.

In attacco scelte quasi obbligate, con tre giocatori che con la maglia dell’Udinese sono riusciti a conquistare il trono dei cannonieri, seppur in categorie differenti. Per questo motivo inseriamo Oliver Bierhoff (capocannoniere nel 1997/1998 con 27 reti), Marcio Amoroso (22 reti nel 1998/1999) e Abel Balbo (22 reti nel 1990/1991 in Serie B). Siamo consapevoli del fatto che pesi l’assenza di Paolo Poggi, ma non siamo riusciti a trovarlo.

Menzione a parte per Totò Di Natale, inserito nell’elenco delle riserve, sarà titolare nell’Empoli perché anche se ha fatto la storia dell’Udinese, è troppo recente rispetto al nostro periodo di riferimento.

Ecco la “Top 11”:

top11udinese

A disposizione:

Battistini, Giuliani, De sanctis, Kroldrup, Manfredini, Bia, Sottil, Ripa, Kozminski, Gargo, Pierini, Orlando, Genaux, Zanchi, Pellegrini, Jankulovski, Desideri, Pinzi, Alberto, Rossitto, Muntari, Dell’Anno, Giannichedda, Stroppa, Ametrano, Appiah, Bachini, Locatelli, Pieri, Cappioli, Muzzi, Iaquinta, Sosa, Di Michele, Margiotta, Poggi, Borgonovo, Carnevale, Branca e ovviamente Di Natale ma abbiamo già spiegato sopra perché si siede in panchina.