L'essenza della Nostalgia

La “Top 11” del Vicenza dal 1990 al 2004

Prosegue il nostro viaggio alla ricerca delle “Top 11” delle squadre che hanno scritto la storia della nostalgia. Oggi dopo aver già sfornato quelle di Inter, Milan, Juventus, Roma, Lazio, Parma, Fiorentina, Napoli, Sampdoria, Lecce, Reggina, Cagliari, Udinese, Brescia e Bari, è il turno del Vicenza che veniva fondata proprio il 9 marzo del 1902.

La più antica società veneta, nel 1990 vide cambiare la propria denominazione dallo storico Lanerossi Vicenza a Vicenza Calcio. La squadra biancorossa, dopo aver trascorso i primi anni nell’inferno della Serie C, riuscì ad ottenere la promozione nella serie cadetta nella stagione 1992/1993 guidata dall’allora tecnico Renzo Ulivieri. Da li fu un continuo crescendo per i veneti, che nel 1994/1995 tornarono in Serie A, trascinati dalle 19 reti del bomber Roberto Murgita.

Mai nessuno avrebbe immaginato che le successive stagioni nella massima serie avrebbero consacrato per sempre nella storia del calcio Italiano la squadra allora allenata da Francesco Guidolin. I biancorossi riuscirono a conquistare infatti la storica Coppa Italia nella stagione 1996/1997, dopo aver superato Lucchese, Genoa, Milan, Bologna e Napoli in finale. Inoltre seppur priva di trofei l’annata successiva non fu meno esaltante, con il Vicenza che giunto in semifinale di Coppa delle Coppe si arrese soltanto al Chelsea di Gianfranco Zola.

In seguito i biancorossi tornarono in Serie B nel 1998/1999 e nonostante la promozione dell’anno successivo, disputarono il loro ultimo campionato in Serie A nel 2000/2001.

Ma ora iniziamo, lo schema che abbiamo scelto è il 3-4-3:

vicenzatop11

A difendere i pali della porta biancorossa troviamo Giorgio Sterchele, forte delle sue 285 gare con i biancorossi, il quale viene preferito a Brivio e Mondini.

La difesa a 3 è una delle più nostalgiche vista la presenza di Lopez, Gustavo Mendez e D’Ignazio Pulpito.

A centrocampo siamo stati costretti ad escludere un’icona come Giampiero Maini, ed a lui abbiamo preferito Fabio Viviani. Completano il reparto Mimmo Di Carlo, ma soprattutto Gabriele Ambrosetti e Lamberto “Zizou” Zauli.

In avanti conquistano una maglia da titolare tre autentiche bocche da fuoco, quali il capocannoniere della Coppa delle Coppe 1997/1998 Pasquale Luiso, Stefan Schwoch ed Otero , di cui non potevamo non citare le 4 reti nella gara con la Fiorentina.

Ovviamente considerando il periodo nostalgico non abbiamo in questo caso inserito “Dio” Roberto Baggio, in quanto non ha disputato alcuna stagione con il Vicenza dal 1990 al 2004.

A disposizione:

Brivio, Mondini, Dicara, Conte, Tamburini, Marco Aurelio, Comotto, Dal Canto, Stovini, Belotti, Björklund, Massimo Beghetto, Fissore, Rivalta, Vasco Faisca, Sartor, Praticò, Schenardi, Ambrosini, Lombardini, Gentilini, Dabo, Firmani, Marcolini, Maurizio Rossi, Bernardini, Maini, Valoti, Artistico, Bucchi, Briaschi, Murgita, Iannuzzi, Di Napoli, Comandini, Toni, Kallon, Margiotta, Jeda, Rantier.