L'essenza della Nostalgia

La formazione della Germania più forte dal 1990 al 2004

Per antonomasia possiamo considerare la nazionale tedesca come la nostra rivale storica a livello internazionale. Una sfida cui il lato della bilancia pende in maniera netta in favore degli azzurri, i quali hanno inflitto delle sconfitte diventate con il tempo leggenda. Nell’immaginario collettivo Italia-Germania Ovest disputata a Messico ’70 resta forse una delle gare più belle nella storia del gioco. Al cardiopalma è stata invece la semifinale del 2006 con l’impresa degli uomini di Lippi firmata Grosso-Del Piero. Ancor più bella è stata invece l’affermazione del 1982 con la nazionale di Bearzot che dopo aver eliminato Argentina, Brasile e Polonia conquistò la terza Coppa del Mondo grazie alle reti di Rossi, Tardelli e Altobelli. Nonostante lo score negativo contro di noi, i teutonici hanno sempre avuto a disposizione calciatori importanti che hanno consentito alla Germania di alzare per ben 4 volte il trofeo. Oggi abbiamo deciso di stilare la “Top 11” dei calciatori tedeschi che abbiano disputato almeno un Mondiale dal 1990 al 2002. Lo schema che abbiamo scelto il 4-3-3. Iniziamo:

Oliver Kahn

L’ex numero 1 del Bayern è stato tra i portieri migliori della sua epoca. Eccentrico ed abilissimo tra i pali è stato per anni una vera e propria sicurezza. Da titolare ha disputato il Mondiale del 2002 nel quale è stato premiato anche come miglior giocatore del torneo. Suo malgrado la finalissima contro il Brasile fu decisa da una “papera” che spianò la strada ai verdeoro verso la conquista della quinta Coppa del Mondo.

Jörg Heinrich

Non poteva mancare in questa formazione l’ex difensore che in carriera ha vestito le maglie di Borussia Dortmund e Fiorentina, ricoprendo anche il ruolo di centrocampista. Rapido ed efficace Jörg Heinrich è stato un vero e proprio difensore moderno che è stato capace d’interpretare nel modo migliore entrambe le fasi del gioco, rendendosi abile anche in zona gol.

Matthias Sammer

Il pallone d’oro del 1996 pur essendo spesso oggetto di critiche è stata una delle colonne portanti della Germania nel corso degli anni ’90. In Italia ha vestito la maglia dell’Inter per un’unica stagione nel 1992/93 prima di tornare in Germania al Borussia Dortmund con cui ha vinto la Coppa dei Campioni nel 1996/97 battendo in finale la Juventus.

Jürgen Kohler

Campione del mondo con la Germania Ovest nel 1990 Jürgen Kohler fu uno dei migliori difensori del Mondiale disputato in Italia. Il suo ricchissimo palmarès conta oltre tre campionati tedeschi anche uno scudetto ed una Coppa Uefa conquistate con la Juventus ed una Coppa dei Campioni con il Borussia Dortmund.

Andreas Brehme

Contenuto offerto da

Il mondiale del 1990 porta in maniera inequivocabile la sua firma. Le tre reti siglate contro l’Olanda agli ottavi, l’Inghilterra in semifinale e l’Argentina nella finalissima furono pesantissime ai fini del successo della Germania Ovest. I suoi anni all’Inter furono tra i migliori della sua carriera, risultando anche decisivo per la conquista da parte dell’Inter dello scudetto dei record nel 1989.

Stefan Effenberg

Per lui “solo” 35 presenze in nazionale dal 1991 al 1998 con cui ha saltato sia l’Europeo del 1996 che il Mondiale di Francia ’98. Non potevamo tuttavia escludere uno dei centrocampisti più completi della sua generazione. I maggiori successi per lui giunsero in carriera con il Bayern Monaco con cui ha alzato al cielo da capitano la Coppa dei Campioni nel 2001.

Lothar Matthäus

Protagonista del successo tricolore con l’Inter dei record nel 1989 il fuoriclasse tedesco ha vinto con la propria nazionale sia l’Europeo in Italia nel 1980 che il Mondiale dieci anni dopo, sempre nel nostro paese. Considerato uno dei centrocampisti più forti della sua generazione, l’unico cruccio della sua grandiosa carriera è rappresentato dalla mancata conquista della Coppa dei Campioni sfuggitagli in due occasioni nel 1987 e nel 1999.

Michael Ballack

Il centrocampista tedesco dopo la vittoria in Bundesliga nel 1997/98 con la maglia del Kaiserslautern esplose definitivamente con la maglia del Bayer Leverkusen con cui nel 2002 vide sfumare proprio al rush finale la vittoria del campionato, della Coppa di Germania e della Coppa dei Campioni. Successivamente ha indossato anche la maglia del Bayern Monaco e del Chelsea con cui ha accumulato numerosi trofei in ambito nazionale.

Rudi Völler

Ottimo attaccante a cavallo tra gli anni ’80 e ’90 ha disputato stagioni importanti nel nostro paese con la Roma con cui ha realizzato la bellezza di 45 reti in campionato nel corso di 142 incontri. In nazionale ha vinto la Coppa del Mondo del 1990, disputando quattro anni prima anche l’ultimo atto con l’Argentina nel 1986.

Jürgen Klinsmann

Altro grande attaccante tedesco è stato certamente Klinsmann. Forte fisicamente e dotato di un innato fiuto del gol, il centravanti tedesco prima di guidare la Germania da allenatore nel corso del mondiale del 2006 ha messo in bacheca il Mondiale del 1990, conquistando al livello di club anche due Coppe Uefa con Inter e Bayern Monaco.

Oliver Bierhoff

Pesa certamente l’esclusione di Klose, ma per noi cresciuti negli anni ’90 l’assenza di “gravità 0” sarebbe stata troppo. Gli anni in Italia in cui ha indossato le maglie di Ascoli, Udinese, Milan e Chievo Verona resteranno per noi un dolcissimo ricordo di uno dei più forti centravanti tedeschi che abbiano mai giocato in Italia.