L'essenza della Nostalgia

La formazione del Cagliari più forte di tutti i tempi

Una delle società più gloriose del nostro calcio è certamente il Cagliari. Ogni volta che pensiamo alla squadra isolana, ciò che ci sovviene in mente è certamente la frase di Gianni Brera che affermò che lo scudetto del Cagliari rappresentava il vero ingresso della Sardegna in Italia.

Il club sardo fondato nel 1920 dal chirurgo Gaetano Fichera, vide un alternarsi tra le serie minori fino alla stagione 1963/64 che coincise con la prima storica promozione del club in massima serie. Gli anni ’60 sono per l’appunto i migliori del Cagliari. La stagione 1964/65, che vede il debutto nel massimo campionato vede i rossoblù giungere fino al sesto posto finale.

Sono gli anni di Gigi Riva, che giunto nel 1963 divenne il simbolo di un’intera regione. Il calciatore nativo di Leggiuno dopo aver contribuito alla promozione nel suo primo anno in Sardegna, nonostante le forti pressioni delle squadre del nord-pronte a fare carte false per accaparrarselo-decise di non abbandonare la propria causa.

 

Il ritorno in panchina di Scopigno sulla panchina del Cagliari, diede nuova linfa nel 1968/69 ad una squadra che per la prima volta si ritrovò in lotta per lo scudetto con Fiorentina e Milan, terminando il torneo alle spalle dei viola al secondo posto.

La stagione del trionfo fu però quella che coincideva con i mondiali di Messico ’70. In quell’annata magica per i colori rossoblù, in particolar modo due gare segnarono il cammino del Cagliari: la vittoria per 1-0 a Firenze contro i campioni d’Italia della Fiorentina ed il pareggio a Torino contro la Juventus.

Lo storico scudetto conquistato dal Cagliari:

Cagliari Campione d’Italia 1969/70 : Lo scudetto in Sardegna

Il cagliari campione d’Italia

Le sorti del club ebbero una ricaduta a partire dalla stagione 1975/76 che culminarono con la retrocessione in Serie B. Gli anni ’80 furono sicuramente tra i più bui per la storia del Cagliari che retrocesse anche in Serie C. Fondamentale fu l’arrivo in panchina di Claudio Ranieri che riuscì a compiere la doppia promozione verso la Serie A e riportare così in auge il club sardo.

Gli anni ’90 videro nomi altisonanti scendere in campo al Sant’Elia. Il Principe Francescoli e Luis Oliveira, furono solo alcuni dei grandi calciatori che approdarono al Cagliari. Nel 1992/93 il Cagliari piazzandosi al sesto posto conquistò infatti la qualificazione in Coppa Uefa, che culminò nella stagione successiva nell’approdò in semifinale con l’Inter che risulterà la vincitrice della competizione.

Il nuovo millennio ha visto il Cagliari continuare il proprio percorso con la scalata tra Serie A e Serie B. La promozione del 2003/04 giunse a distanza di quattro stagioni dall’ultima partecipazione al massimo torneo italiano ed ebbe come grande protagonista Gianfranco Zola.

Ma adesso iniamo e scopriamo la Top 11 del Cagliari di tutti i tempi.

Lo schema che abbiamo scelto è 3-4-3:

Enrico Albertosi

177 presenze

1 campionato Italiano

Lo storico portiere del Cagliari dopo le ottime stagioni con la maglia della Fiorentina con cui vinse anche la Coppa delle Coppe, giunse al Cagliari nel 1968 dopo essersi laureato con la nazionale italiana campione d’Europa. Titolare anche in occasione dei mondiali di Messico ’70, dove fu celebre la sua sfuriata nei confronti di Gianni Rivera al momento del pareggio dei tedeschi nella famosa semifinale contro la Germania Ovest. L’estremo difensore, ricordato per il suo stile spumeggiante anche tra i pali fu uno dei grandi protagonisti della vittoria del tricolore nel 1970.

A pagina 2 un’icona della nostalgia