L'essenza della Nostalgia

La “Flop 11” del Parma dal 1990 al 2004

Sergio Berti

Costo cartellino: 3 miliardi di lire

Presenze: 4

Imprecazioni tifosi: 788

Soprannominato la “La Bruja”, arrivò a Parma dopo due ottime stagioni al River Plate. Il centrocampista argentino tuttavia, sarà una delle delusioni più grandi della stagione 1992/93, conclusa comunque con il successo in Coppa delle Coppe da parte dei gialloblù.

Hristo Stoichkov

Costo cartellino: 12 miliardi di lire

Presenze: 31

Imprecazioni tifosi: 1860

Sicuramente il giocatore più di spicco in questa flop. Pallone d’oro 1994 e stella assoluta con il Barcellona, possiamo considerarlo come l’emblema di questa flop. Il suo arrivo doveva consentire al Parma di poter fare il salto di qualità decisivo e puntare direttamente allo scudetto. Dopo l’illusione del primo goal messo a segno all’esordio a Bergamo, il bulgaro si eclissò, divenendo la controfigura del campione apprezzato in Spagna.

Reynald Pedros

Costo cartellino: 6,5 miliardi di lire

Presenze: 5

Imprecazioni tifosi: 875

Voluto fortemente da Ancelotti, verrà ricordato più per il suo buffo taglio di capelli simile a Romualdo in Fantaghirò che per le prestazioni in campo. Comprendendone le scarse doti il Parma, decise di cederlo al Napoli, dove fallì anche li miseramente.

Daniel Bravo

Costo cartellino: 5 miliardi di lire

Presenze: 24

Imprecazioni tifosi: 751

Icona del PSG degli anni ’90 il “piccolo principe del parco” fu acquistato dal Parma nell’estate del 1996 per dare esperienza e consolidare la linea mediana del campo. Giunto probabilmente in età avanzata, non riuscirà mai ad essere decisivo.

Ariel Ortega

Costo cartellino: 15 miliardi di lire

Presenze: 18

Imprecazioni tifosi: 1051

Per tutti noi nostalgici resterà per sempre uno dei più grandi rimpianti nella storia del calcio. Un talento purissimo, che l’alcool e gli eccessivi paragoni con Maradona hanno fatto implodere.

Continua a leggere l’articolo a pagina 3  e scopri l’attacco della Flop del Parma