Livello Nostalgia, Meteore

I calciatori degli anni ’90 che non ricordi in Nazionale

L’Italia storicamente ha avuto sempre fra i suoi convocati giocatori di livello che negli anni hanno contribuito a farla diventare una delle nazionali più vittoriose di sempre con ben quattro Mondiali conquistati e tante partite memorabili da tramandare a chi verrà dopo. Non tutti i campioni hanno ricevuto il giusto trattamento in termini di convocazioni dai vari commissari tecnici come tanti altri sono stati chiamati solo grazie a prestazioni importanti lunghe quanto la fiamma di un fiammifero. Oggi vogliamo dar spazio ai calciatori della nazionale italiana anni ’90 che avevate dimenticato fossero stati convocati o addirittura non lo sapevate nemmeno. La selezione riguarda i 18 nomi più nostalgici che hanno fatto il loro esordio negli anni novanta, rimanendo fermi ad un’apparizione o poco più.

Ecco i calciatori della nazionale italiana anni ’90 che non ricordi. 

Fabrizio di Mauro

Esordio 1993

Il giocatore cresciuto nella Roma ha trovato spazio pure in Nazionale grazie alle sue prestazione con i giallorossi prima e con la Fiorentina poi. Il suo esordio avviene nella vittoriosa amichevole contro il Messico grazie alla chiamata di Sacchi che lo vorrà con lui per altre due partite valide per le qualificazioni ad Usa ’94. Al Mondiale non verrà selezionato e chiuderà precocemente la sua carriera nella Reggiana.

Antonio Manicone

Esordio 1993

Antonio è uno di quelli che ha fatto tanta gavetta prima di arrivare sui palcoscenici più importanti e per lui la grande occasione arriverà nel 1992 dopo esser stato ingaggiato dall’Inter. Le sue prestazioni in maglia nerazzurra convincono Sacchi a farlo esordire nella partita in trasferta contro l’Estonia ma per Manicone sarà la prima ed ultima volta. Si consolerà vincendo la Coppa Uefa del 1994 giocando da titolare la finale.