Livello Nostalgia, Eroi senza tempo

I 12 momenti magici nella carriera Andrea Pirlo

Andrea Pirlo ha forse rappresento la sublimazione di una delle migliori generazioni calcistiche per il nostro paese. Il centrocampista nato a Flero, infatti fin dai suoi primi passi nelle giovanili del Brescia ha mostrato a tutti di aver dinanzi a lui un futuro radioso, che in seguito lo consacrerà come uno dei migliori interpreti del ruolo a livello internazionale.

Un regista completo, dotato di una tecnica eccelsa e di una visione di gioco fuori dal comune, furono qualità che attirarono ben presto le attenzioni dei grandi club e lo fecero diventare leader indiscusso della nazionale under 21 allenata da Marco Tardelli.

Non basta infatti elencare il suo immenso Palmarès per rendere omaggio ad un calciatore in grado di cambiare l’inerzia della gara in un qualsiasi momento e di regalare a noi semplici spettatori, giocate di altissima classe, mai fini a se stesse e sempre indispensabili per l’economia del gioco.

Oggi dopo aver appreso l’ufficialità del ritiro dell’ex calciatore di Brescia, Inter, Reggina, Milan e Juventus, abbiamo deciso di rivivere alcuni momenti che resteranno cristallizzati per sempre nella storia della nostalgia e che hanno aumentato la nostra ammirazione per uno questo fantastico calciatore.

Ecco i 10 momenti “nostalgici” della carriera di Andrea Pirlo:

Il primo goal in Serie A: Dopo aver esordito in Serie A con la maglia delle “rondinelle” ad appena 16 e due mesi, Pirlo è rimasto (nella sua prima avventura) al Brescia fino al 1998, andando a segno per la prima volta il 19 ottobre 1997 in occasione del match contro il Vicenza vinto per 4-0.

Serie A 1997-1998, day 06 Brescia – Vicenza 4-0 (2 Neri, Hubner, Pirlo)

47′ rig. Neri, 65′ Hubner, 69′ Neri, 79′ Pirlo

La parentesi all’Inter: Prelevato dai nerazzurri nell’estate del 1998, Pirlo trovò poco spazio, in una stagione sfortunata per i colori nerazzurri e concisa con ben quattro cambi dall’allenatore che certamente non favorirono il suo inserimento. Tuttavia in alcune gare dove gli venne data la possibilità di mettersi in mostra, Pirlo mostrò lampi della sua classe come in occasione della gara tra Inter e Roma, vinta dai nerazzurri per 4-1, dove fornì a Baggio un assist al bacio.

La sintesi della gara contro la Roma:

Inter-Roma 4-1, 1998/99

14° Giornata del Campionato 1998/1999 Goals: Paulo Sérgio 38′ (R) B.Cauet 59′ (I) I.Zamorano 77′ (I) R.Baggio 87′ (I) J.Zanetti 89′ (I)

Il goal qualificazione con la Francia: Un’autentica perla nei tempi supplementari che valse la qualificazione alla fase finale degli Europei del 2000 al termine di un match tiratissimo contro la Francia di Henry:

Italia 2-1 Francia (Under 21 – 21 novembre 1999)

Stadio Erasmo Iacovone di Taranto. Reti: Henry, Comandini, Pirlo.

Continua a leggere l’articolo cliccando sulla maglia numero 2 e scopri i più bei momenti della carriera di Andrea Pirlo