Livello Nostalgia, Meteore

I flop stranieri della stagione 1996/97

La stagione 1996/97 ha portato in Italia svariati campioni dai campionati europei e dal resto del mondo. Come dimenticare l’acquisto della Juventus di Zinedine Zidane, uomo cardine del centrocampo bianconero che consentirà alla “Vecchia Signora” di tornare a vincere al tricolore. Oltre a questi indiscussi talenti, sono stati molteplici i flop stranieri del 1996/97 in serie A.

Tra bidoni, abbagli dirigenziali e calciatori frenati dagli infortuni scopriamo chi ha fallito. Ad onor di cronaca, abbiamo deciso di non inserire calciatori come Davids, che poi riuscì a confermarsi su livelli altissimi in Italia.

Iniziamo questa speciale classifica dei flop stranieri del 1996/97:

Michael Reiziger

Dall’Ajax al Milan a parametro 0

Chiamato per sostituire Mauro Tassotti, che giocò per un ulteriore anno, il terzino olandese fu una delle peggiori sorprese nella campagna di rafforzamento da parte del “Diavolo”. Poco propenso all’uno contro uno e disastroso in difesa, fu uno dei flop della stagione 1996/97.

Omari Tetradze

Dall’Alania alla Roma a parametro 0

Alla Roma di Carlos Bianchi, con una difesa lenta e tatticamente sbandata, Tetradze arriva per potenziare il reparto sulla fascia destra. Il russo gioca soltanto 8 partite di campionato: tra queste, Roma-Reggiana 2-2, in cui segna un autogol in sforbiciata al novantesimo.