Livello Nostalgia, I re di provincia

Carmelo Imbriani, un ragazzo

Carmelo Imbriani ha avuto sempre quel volto da ragazzo semplice, il quale sapeva stare al mondo sempre con il sorriso stampato sul volto.

imbriani

Avevamo imparato a conoscerlo, già all’epoca del Napoli di Marcello Lippi che lo fece esordire in Serie A il 27 febbraio 1994 ad appena 18 anni. Lui era riuscito ad emergere, a giocarsi un posto tra i grandi del calcio e senza mollare aveva iniziato ad accarezzare quel sogno che coltivava fin da quando era bambino.

L’esordio da titolare era avvenuto nel finale della stagione 1994/1995, sotto la guida di Vujadin Boskov, che a Brescia lo lanciò dal primo minuto. Fiducia ripagata nel migliore dei modi dal giovanissimo Imbriani, che schierato come seconda punta sforna una prestazione fantastica. Un goal (il primo in massima serie) ed un assist per la rete di Agostini, vestendo tra l’altro la numero 10, che in particolar modo per i tifosi del Napoli è molto più che un simbolo.

BRESCIA NAPOLI 1 2 PRIMO GOL IN SERIE A DI IMBRIANI

Uploaded by imbrianinonmollare on 2014-01-15.

Entrato nel giro della nazionale under 21, gioca la sua ultima stagione in “azzurro” nel 1995/1996, mettendo a segno 2 reti, di cui la più importante è certamente quella contro l’Inter, nella gara disputata al “San Paolo”.

1995-96 (4a – 24-09-1995) Napoli-INTER 2-1 [Imbriani,D.Fontolan,Buso] Serv DomSprint Rai2

Napoli, 24 settembre 1995 4a Giornata Napoli – Inter 2-1 Napoli: Taglialatela, Ayala (48′ Baldini), Pari, A. Cruz, Tarantino, Buso, Bordin, Pizzi (82′ Boghossian), Pecchia, Agostini, Imbriani (86′ Di Napoli). Allenatore: Sensibile – Boskov Inter: Pagliuca, Bergomi, Fresi, M. Paganin, A. Bianchi (54′ Ganz), Berti (11′ Festa), Dell’Anno (73′ Orlandini), Ince, Roberto Carlos, B.

Legatissimo alla città di Napoli, dal 1996/1997, inizierà il suo girovagare per l’Italia, che si concluderà nella sua città natale, Benevento con la quale disputerà la sua ultima annata nel 2008/2009.

Entrato nello staff della squadra giallo-rossa come allenatore degli allievi nazionali prima e successivamente della prima squadra, annuncerà di essere affetto dalla malattia di Hodking nel 2012.

Una malattia che Imbriani ha provato a combattere con tutte le sue forze, ma alla quale si è dovuto arrendere nel settembre del 2013.

Ciao Carmelo, siamo certi che il tuo ricordo sia ancora vivo e che tutti i tuoi tifosi si ricordino di quel ragazzo che ha sempre onorato le maglie che ha indossato e che troppo presto ci ha lasciato.