Livello Nostalgia, I re di provincia

I calciatori che non sono mai stati in Nazionale

Maurizio Ganz

Segnò dovunque, con chiunque, tanto da meritarsi l’appellativo di “el segna sempre lui”. Ganz e il goal hanno sempre avuto un rapporto strettissimo, duraturo per tutto l’arco della sua carriera. Cosa gli mancò? La Nazionale che, stranamente, nonostante i suoi trascorsi anche con squadre importanti non lo considerò.

Dario Hubner

Come Protti vinse la classifica marcatori in Serie A, in Serie B e in Serie C1. Monumento indissolubile della nostalgia calcistica. Nella stagione 2001-2002 vince, a Piacenza, il titolo di capocannoniere a pari merito con David Trezeguet ma, nemmeno in questo caso, la Nazionale gli strizza l’occhiolino. Da brividi a Brescia con 129 presenze e 75 reti. Il rimpianto immenso di non averlo visto in azzurro.