#machenesanno

Buon compleanno Game Boy

Oggi per tutti i nostalgici è una ricorrenza molto particolare, infatti il 21 aprile del 1989 in Giappone veniva per la prima volta lanciato il Game Boy.

La sua forma, i suoi colori ed i suoni che si propagavano da quella piccola scatoletta color grigio, crearono immediatamente in noi un legame diretto, tanto che ci risultava quasi impossibile separarcene.

La consolle ebbe fin da subito un incredibile successo planetario, tanto da dominare il panorama dei video games per quasi 15 anni, vendendo la bellezza di ben 118 milioni di copie.

Ma il Game Boy ha rappresentato molto di più.

Quella magica scatola di color grigio, infatti, ci ha accompagnato lungo tutta la nostra adolescenza, riuscendo a tenerci attaccati allo schermo per ore e ore e facendoci provare un’irrefrenabile attrazione per quella che era la rivelazione del momento. I tasti con la croce direzionale ed i due pulsanti viola con impresse sotto le lettere A e B, rendono a distanza di anni tutto ancor più nostalgico se paragonato alle più moderne consolle.

Inoltre come non parlare dei giochi che hanno fatto la storia del Game Boy, senza i quali sarebbe stato impossibile dominare per più di un decennio, abbattendo la concorrenza dei competitors più agguerriti che via via avevano lanciato sul mercato: Supervision, WonderSwan, Neo Geo Pocket o il Game Gear della Sega.

Game Boy tetris

Ovviamente tutti noi abbiamo giocato almeno una volta con la versione “mobile” di Tetris, provando a incastonare tutti quei tasselli che provenivano dall’alto. Ma certamente il gioco al quale possiamo legare maggiormente la nostra memoria è Super Mario Land, con le avventure del più famoso idraulico al mondo ambientate nel regno di Sarasaland. L’obiettivo del gioco era ovviamente quello di salvare la principessa Daisy dalle grinfie dell’alieno Tatanga, che con i suoi poteri era riuscito ad ipnotizzare gli abitanti di Sarasaland.

Supermario 1

Inoltre i più nostalgici ed appassionati ricorderanno anche giochi come Kid Icarus: of Myths and Monsters, Metroid II: Return of Samus e Kirby’s Dream Land.

A metà anni ‘90, inoltre la consolle migliorò ancora ed ampliò la gamma di giochi facendo entrare nel piccolo schermo del Game Boy, Donkey Kong ed aggiornando le versioni di Super Mario.

Donkey Kong Game Boy

Negli anni successivi, il Game Boy cambiò faccia in molteplici occasioni, con l’innovazione del colore (Game Boy color) e grazie ad altri giochi come Pokemon, che hanno consentito alla piattaforma di avere ancora più longevità.

Per noi il Game Boy, ha rappresentato il sogno di una generazione che ancora a distanza di anni ricorda la magia ed il fascino che resteranno immutati ogni volta che riprenderemo tra le mani quel compagno di avventure, per giocarci ancora una volta.

Ed ora tornate al 1992 con questo spot:

Nintendo Game Boy – Pubblicità Italiana Mattel (1992)

Facebook: https://www.facebook.com/LudiVision.it Web: http://www.LudiVision.it/