C'era una volta...

7 Gennaio 1996: Bari-Inter 4-1

Il gol di destro di Roberto Carlos, la doppietta grazie alla quale Protti supera Batistuta nella classifica capocannonieri, il gol di un giovanissimo Sala, il ciuffo di Nicola Berti, Kennet Andersson, insomma questo 4-1 tra Bari Inter del 1996 è pieno di suggestioni nostalgiche ma nessuna di queste può superare l’emozione nel vedere il sorriso, dopo il primo gol in Serie A, di Klas Ingesson.

In una stagione avara di soddisfazioni per gli uomini di Hodgson e ancor di più per i pugliesi che a fine anno retrocederanno in serie B, il match valevole per la 16esima giornata di andata, è comunque uno spot per il calcio.

Dopo il gol del vantaggio neroazzurro, siglato dal terzino brasiliano, il Bari si riversa nella metà campo interista e riesce a trovare il pareggio con il primo gol in serie A di Sala al 31esimo del primo tempo.

I primi venti minuti della ripresa vedono le squadre macinare gioco ed occasioni da gol ma per sbloccare il risultato di parità serve un episodio, ed è proprio quello che arriva al 25esimo con l’espulsione di Bergomi che lascia i propri uomini in inferiorità numerica.

Da quel momento in poi è un monologo assoluto per i “galletti” che travolgono l’Inter con altri due gol di Protti e, appunto, la rete del compianto Ingesson.

Di seguito la sintesi (di un giovanissimo Alberto Brandi) e i gol del match:

7/1/1996 – Bari-Inter 4-1 – La cronaca – Italia1

Sala, Protti, Ingesson, Protti e nerazzurri a casa!

Ed il tabellino:

bari, inter, protti, hodgson, zanetti, serie a, nostalgia