C'era una volta...

26 settembre 1998: Milan-Fiorentina 1-3 (VIDEO)

Un pomeriggio indimenticabile per la Fiorentina e per Gabriel Omar Batistuta, che con una tripletta manda al tappeto il Milan di Zaccheroni e consegna il prima posto in solitaria alla viola.

L’attaccante argentino, assolutamente incontenibile, dimostra ancora una volta tutta la sua voglia di portare al successo la sua squadra, che dopo tre giornate guarda tutti dall’alto, incoraggiata da un avvio di stagione superlativo, dopo i successi contro Empoli e Vicenza.

I rossoneri, ancora poco propensi agli integralismi tattici da parte di Zac, subiscono fin dai primi minuti il pressing alto della Fiorentina. Già al sesto, la Fiorentina passa in vantaggio, proprio con Batistuta, il quale approfitta di un clamoroso errore in fase d’impostazione da parte di Costacurta, per puntare l’ex difensore della nazionale e trafiggere Lehmann.

Iconica e nostalgica anche l’immagine dell’esultanza del centravanti argentino che sfoggia nel “tempio del calcio” la sua mitraglia.

Maldini e compagni, provano a reagire già prima della fine del primo tempo, sfiorando il goal del pareggio proprio in chiusura della prima frazione con Albertini, che dal limite dell’area non riesce a centrare lo specchio della porta, difesa da Toldo.

L’avvio di ripresa, assume per il Milan, i contorni di un vero e proprio incubo ad occhi aperti. Dopo appena un minuto dall’inizio del secondo tempo, la Fiorentina trova il raddoppio, grazie ancora al suo numero nove.

Il centravanti della selecciòn, imbeccato alla perfezione da un passaggio in profondità di Rui Costa, mette a sedere ancora una volta Costacurta e batte l’ex portiere dello Shalke 04, apparso incerto sul tentativo di presa.

Il tridente offensivo del Milan, assolutamente impalpabile per quasi tutta la durata dell’incontro, produce la propria migliore occasione con Ganz, che supera in pallonetto Toldo, ma vedo il proprio tentativo salvato sulla linea di porta da Padalino.

I viola comprendono così che il momento è propizio per chiudere la gara. Sull’ennesima frittata di giornata, prodotta dalla “premiata ditta” Costacurta-Lehmann, la squadra di Trapattoni, conquista un calcio di punizione a due in area.

Il risultato di quella punizione, può essere riassunto dalle parole dell’ex numero 5 rossonero: “Io e Maldini eravamo accanto in barriera, quando Batistuta colpì il pallone non facemmo a tempo a muoverci che la palla era già dentro. Dopo ci guardammo e pensammo: Se ci prende la testa ce la stacca”.

La terza rete di Bati, entra così a far parte come una delle istantanee più nostalgiche della storia.

Nell’ultima parte dell’incontro, con il risultato già acquisito, il Milan beneficia di un calcio di rigore, la cui trasformazione spetta a Oliver Bierhoff che dagli undici metri spiazza Toldo e sigla il suo quarto goal stagionale, dopo la doppietta realizzata all’esordio con il Bologna e la rete decisiva nell’1-2 di Salerno.

Termina così in gloria per la Fiorentina, che grazie ai goal di Batistuta può sognare in grande e puntare al tricolore.

La sintesi della gara con la tripletta di Batistuta:

AC Milan vs Fiorentina 1-3 1998.09.26

Serie A 1998/1999 AC Milan vs Fiorentina 1-3 G: Bierhoff 70. ill. Batistuta 6., 46. és 53. 3.forduló 1998.09.26 A nemzetisport tudósítása a meccsről: ” A Milan-Fiorentina összecsapás is kiérdemelte a rangadó minősítést, hiszen két 100%-os gárda mérkőzött meg a STadio San Siro 50 ezer nézője előtt.

Il tabellino della gara: