C'era una volta...

2 febbraio 1997: Milan-Sampdoria 2-3 (VIDEO)

Una Sampdoria in stato di grazia si fa beffe del Milan a “San Siro” e conquista tre punti importantissimi che la proiettano verso il secondo posto in solitaria a sole due lunghezze dalla Juventus capolista.

I rossoneri nonostante il rientro del pallone d’oro del 1995 subiscono l’ennesima beffa stagionale che li fa restare relegati nelle zone basse della classifica.

Che per il “Diavolo” sia un pomeriggio da dimenticare lo si intuisce immediatamente. Dopo appena un minuto di gioco, Pagotto, preferito a Sebastiano Rossi, controlla male il pallone al limite dall’area, consentendo alla coppia gol targata da Mancini e Montella di avventarsi sul pallone e mettere dentro il vantaggio con il dieci blucerchiato.

La gara sembrerebbe toccare il proprio punto di svolta al ’24. Weah lanciato a rete, subisce a ridosso della linea dei 16 metri il fallo di Ferron che guadagna anticipatamente la via degli spogliatoi dopo che il direttore di gara gli mostra il cartellino rosso.

Si scatena così l’attaccante liberiano che prima porta la situazione in parità con un bel diagonale che si spegne alla destra di Sereni e poi ad inizio ripresa con un’autentica perla che lascia attonito il portiere doriano e fa impazzire di gioia i tifosi rossoneri.

Le condizioni dell’attaccante del Milan non risultano tuttavia ottimali e dopo la sua uscita dal campo, la gara cambia nuovamente. Il sinistro velenoso di Mihajlovic risulta velenoso ed arcuato e sorprende ancora una volta un incerto Pagotto nell’occasione.

A completare la rimonta per gli uomini di Eriksson è Carparelli, lesto ad approfittare dell’ennesima frittata del Milan in fase difensiva per insaccare il pallone del definitivo 2-3.

La sintesi della gara con lo splendido gol di Weah e le interviste del post partita:

Milan-Sampdoria 2-3 (1997)

Milano, 2 Febbraio 1997 Serie A 1996-97 19a Giornata MILAN-SAMPDORIA 2-3 Reti: 1′ Mancini, 37′ Weah, 57′ Weah, 73′ Mihajlovic, 79′ Carparelli MILAN: Pagotto, Coco, Costacurta, Baresi, Maldini (35′ Blomqvist), Savicevic, Albertini, Desailly, Boban (54′ Davids), Weah (73′ Reiziger), Baggio.

Il tabellino dell’incontro: