C'era una volta...

15 marzo 1994: Juventus-Cagliari 1-2

Il bello del calcio anni ’90 era dettato dal fatto che anche le piccole realtà, potevano competere ad altissimi livelli con squadre più blasonate per storia e tradizione.

Un fulgido esempio è certamente l’impresa con la quale il Cagliari eliminò la Juventus, detentrice del trofeo, nei quarti di finale della Coppa Uefa 1993/1994, vincendo sia all’andata che al ritorno.

Esattamente il 15 marzo del 1994, i sardi scrivevano una delle pagine più belle della loro storia, infatti dopo aver superato i bianconeri al “Sant’Elia” grazie alla rete di Dely Valdes, gli uomini guidati da Bruno Giorgi andavano a Torino in cerca di un risultato positivo che li proiettasse in semifinale.

Avvio di gara favorevole ai bianconeri, che in apertura sfiorano il vantaggio con Dino Baggio ed Antonio Conte, i quali trovano due grandissimi interventi da parte di Valerio Fiori, che si esalta sulle conclusioni dei due centrocampisti della Juventus.

Il portiere in stato di grazia si fa ancora una volta trovare pronto al’ 22 quando respinge dalla distanza una conclusione di Roberto Baggio su calcio di punizione. L’ex estremo difensore della Lazio, dopo 3 magnifici interventi tuttavia è costretto ad arrendersi un minuto più tardi, quando dopo un affondo Di Livio sulla fascia strada, Dino Baggio riceve all’altezza del dischetto del rigore e firma l’1-0. Da apprezzare il velo del “divin codino”, che lasciando sfilare il pallone consente al suo compagno di squadra di battere facilmente a rete.

Il Cagliari dopo un avvio con il freno a mano tirato si scuote e capitalizza al meglio un calcio di punizione sull’out di destra. Matteoli, disegna una parabola perfetta sulla quale si avventa Firicano che con un perfetto colpo di testa sigla l’1-1.

La Juventus che deve siglare due reti adesso per ribaltare il risultato, compromette ancor di più le sorti della qualificazione, quando dopo appena due minuti dalla rete del Cagliari, resta in 10 uomini causa l’ingenua espulsione di Kohler, reo di aver colpito al volto Firicano.

La ripresa si apre subito con un colpo di scena, l’arbitro Wojcick giudica infatti irregolare il contatto tra Ravanelli e Fiori e decreta la massima punizione in favore dei bianconeri. Dagli undici metri Baggio, spiazza Fiori ma la sua conclusione si infrange sul palo.

Scampato il pericolo il Cagliari si proietta in avanti e trova il vantaggio grazie Luis Airton Oliveira, che imbeccato alla perfezione da Ciccio Moriero disorienta Porrini e batte Peruzzi con un destro potentissimo, che regala al Cagliari l’accesso alle semifinali.

Stagione amara al contrario per la Juventus, che già eliminata dalla Coppa Italia dal Venezia, vede così scivolare la possibilità di agguantare l’unico trofeo stagionale raggiungibile, visto il distacco dal Milan di ben 9 punti dopo 27 giornate.

Ecco la sintesi della gara con la grandissima impresa del Cagliari:

1993/94, Coppa Uefa, Juventus – Cagliari 1-2 (08)

Nel 1993/94 il Cagliari di Bruno Giorgi partecipa alla Coppa Uefa. Nei quarti di finale incontra la Juventus di Giovanni Trapattoni. La partita di ritorno si gioca e Torino è termina col punteggio di 1-2. Il Cagliari si qualifica per le Semifinali. Interviste a Giorgi, Trapattoni, Firicano, Sanna, Valdes, Cellino.