C'era una volta...

12 maggio 1999: Parma-Olympique Marsiglia 3-0

Vittoria storica del Parma, che a Mosca supera con un netto 3-0 il Marsiglia di Rolland Courbis e conquista la sua seconda Coppa UEFA.

I ducali, sono giunti alla finalissima dopo aver superato Fenerbache, Wisla Cracovia, Rangers di Glasgow, Bordeaux ed Atletico Madrid ed arrivano favoriti all’atto conclusivo della manifestazione, in virtù di una rosa piena zeppa di campioni messi a disposizione del trecnico Alberto Malesani.

I francesi, sono imbattuti nel loro cammino europeo ma giungono alla finale con tantissime defezioni, complice la maxi-rissa scatenatasi al termine della semifinale di ritorno contro il Bologna.

La squadra transalpina, è infatti costretta a rinunciare ad Hamada Jambay, ma soprattutto a Luccin, Ravanelli, Gallas e Dugarry, veri uomini cardine dell’O.M.

Il Parma, si presenta così all’appuntamento decisivo con la storia con il classico 3-4-1-2 che aveva accompagnato i ducali nel corso di tutta la stagione, schierando nell’undici di partenza: Buffon, Thuram, Sensini, Cannavaro, Baggio, Boghossian, Veron, Fuser, Vanoli, con Crespo e Chiesa di punta.

L’avvio del Parma è prorompente, con il Marsiglia che fatica a contenere la verve e la voglia di vincere da parte della squadra allenata da Malesani.

Al ’26 Blanc cicca clamorosamente l’intervento nei pressi della sua area di rigore. Sfortuna per lui, alle sue spalle arriva Hernan Crespo che come un falco supera in pallonetto Porato e sigla l’1-0, che vale all’attaccante argentino anche il suo sesto centro in Coppa Uefa.

L’O.M. assolutamente impalpabile, fatica a reagire e continua a subire gli arrembanti attacchi degli emiliani.

I gialloblù, per nulla sazi, comprendono che è vicino il momento per poter chiudere la partita ed al ’36 trovano il raddoppio.

Azione insistita sull’out di destra da parte del Parma, con Fuser che pennella all’interno dell’area di rigore un cross perfetto per la testa di Vanoli, che vola più in alto di tutti e sigla il 2-0.

Nella ripresa, un Parma forse ancor più carico, mette il punto esclamativo su questa vittoria continentale con il 3-0 di Enrico Chiesa.

Bellissima l’azione dei ducali che si sviluppa sull’asse tutto argentino Veron-Crespo, con l’ex attaccante del River, abilissimo a vedere con la coda dell’occhio Chiesa che di contro balzo mette il pallone sotto la traversa.

Finisce così con il meritatissimo trionfo del Parma che supera il Marsiglia al termine di una gara mai in discussione e che mostra ancora una volta l’egemonia del calcio italiano in ambito continentale.

Un successo che oggi a 18 anni di distanza ci rende ancor più nostalgici, considerando che l’ultima affermazione italiana in Coppa UEFA, sia stata proprio quella della squadra ducale, in un’epoca in cui dominavano in Europa.

La sintesi della gara con le reti di Crespo, Vanoli e Chiesa:

PARMA 3-0 Marseille (Uefa Cup Final 1999)

All goals as well as the trophy presentation. Sure it’s been 10 years but no harm in reliving a great match! FORZA PARMA

Il tabellino della finale di Coppa UEFA 1998/1999:

Parma-Marsiglia tabellino