C'era una volta...

12 febbraio 1997: grazie Gianfranco Zola

La storia di Gianfranco Zola con la maglia azzurra è del tutto particolare.

Gianfranco è stato uno dei talenti più forti del calcio italiano anni ’90, con questo articolo non vogliamo di certo spiegarvi quanto sia stato forte Gianfranco Zola, bensì vogliamo focalizzarci sulla sua esperienza in Nazionale.

Sappiamo tutti che uno come Gianfranco Zola attualmente sarebbe titolare ad occhi chiusi (e ci mancherebbe altro) ma 20 anni fa non era così semplice indossare da titolare la maglia azzurra, la concorrenza era spietata e non dobbiamo nemmeno ricordarvi i nomi che circolavano in quel periodo.

Gianfranco esordì relativamente tardi in Nazionale, a 25 anni contro la Norvegia valida per Euro ’92, poi vinto da un incredibile Danimarca, i primi gol con la maglia azzurra addirittura arrivano a quasi 29 anni, doppietta all’Estonia in una gara valida per le qualificazioni per Euro ’96, dove Gianfranco fu anche capocannoniere con 7 reti.

Ma arriviamo al punto, l’Inghilterra e gli inglesi nella carriera di Zola furono determinanti, Euro ’96 come stella della Nazionale, proprio lui sbagliò il rigore contro la Germania, brucia ancora oggi. La carriera al Chelsea e questo gol che diede la vittoria all’Italia a Wembley in casa degli inglesi. Lo stadio si alzò in piedi ed applaudì Magi Box.

Indovinate contro chi giocò l’ultima partita in Nazionale? Ovviamente l’England.

Ecco il video del gol a Wembley:

Inghilterra – Italia (12/02/1997) – gol di G. Zola – commento TMC

QUALIFICAZIONI MONDIALI 1998