L'essenza della Nostalgia

12 casi in cui non è bastato essere campioni d’inverno


Juventus 1999/00: La stagione vede la Juventus chiudere in testa al girone di andata per un solo punto sulla Lazio. Il girone di ritorno vede i bianconeri prendere il largo sulla rivali. Sembra un campionato già scritto, dove il Milan tenta di ritornare a lottare dopo una falsa partenza, ma la sconfitta nel derby ed il pareggio con il fanalino di coda Cagliari spezzerà ogni sogno di scudetto. Per il 19 marzo si registra un +9 brutale del club bianconero sulla Lazio che nonostante tutto non molla; la Juve stanca per aver partecipato in estate all’Intertoto, cade in diverse partite e non mostra più un gioco sicuro e cinico. Dopo un +5 alla 30esima giornata, la banda di Ancelotti cade a Verona e sente sempre più pesante il fiato sul collo. Ultima giornata: la Lazio vince ed aspetta. Al Curi per Perugia-Juve il punteggio è sullo 0-0 ma un diluvio universale blocca il proseguimento della partita. L’arbitro Collina prova a far rimbalzare il pallone diverse volte e tutto sembra destinato ad essere rinviato; colpa di scena si gioca ed accade ciò che non ti aspetti. Calori porta sul punteggio di 1-0 il club umbro e lo score rimarrà tale fino al triplice fischio del direttore di gara. La Lazio è campione d’Italia!

A pagina 9 un finale che ha fatto la storia