C'era una volta...

I 10 palloni d’oro mai assegnati

Il Pallone d’Oro è un premio prestigioso, massimo traguardo ambito da ogni singolo giocatore. Dal 1990 al 2004, prima del duopolio attuale (abbastanza noioso) è stato assegnato a giocatori fortissimi. La giuria di France Football, forse per troppa abbondanza, ha prodotto però anche alcune esclusioni eccellenti. Non ci aspettiamo certo che la FIFA riconsideri la questione.

Ma dove non arrivano loro, c’è la Nostalgia. Ovviamente le posizioni sono opinabili e probabilmente anche qualche nome, ma d’altronde questa è la nostra classifica. Ecco i 10 palloni d’oro mai assegnati che fanno battere più forte i nostri cuori.

10° posto PETER SCHMEICHEL

Campione d’Europa con la Danimarca nello storico trionfo del 1992, uomo-simbolo del Manchester United targato Sir Alex Ferguson: come sempre il calcio è ingeneroso con i portieri. Se poi ci aggiungi l’essere un fuoriclasse assoluto del ruolo, la situazione diventa insopportabile. Ma per fortuna c’è la nostalgia. Ultima partita con la maglia dei red devils? Finale di Champions contro il Bayern Monaco. Machenesanno del treble.

peter-sch

9° posto JARI LITMANEN

Non è biondo, non fa il pilota di Formula 1 e, anche se parla poco, è il trascinatore, l’anima della grande Ajax di Van Gaal, finalista di Champions per due anni di seguito, contro Milan e Juventus. Giocatore incredibile: trequartista raffinato con una media-gol da centravanti. Uno dei pochissimi matrimoni felici tra nostalgia e modernità.

litmanen2

8° posto ÉRIC CANTONA

Calciatore, ma anche pittore e attore. Francese di nascita, inglese di fatto. Dopo aver ricostruito il Manchester United, dà l’addio al calcio a soli trentuno anni. Con una mossa di kung-fu. Ribelle per definizione. Come si fa a non dare il Pallone d’Oro a uno così? La ragione è ovvia: «quando i gabbiani seguono il peschereccio è perché pensano che verranno gettate in mare delle sardine». Qualunque cosa voglia dire…

cantona

7° posto ALAN SHEARER

Il titolo col Blackburn resta l’unico alloro di un campione straordinario, il cui desiderio più profondo è sempre stato giocare a casa sua, a Newcastle. Lo farà per dieci anni, navigando quasi sempre a metà classifica nonostante i 206 goal. Eppure, alzi la mano chi di noi non associa immediatamente a Shearer la maglia bianca coi tre leoni! Simbolo di una nazione intera.

25 Oct 1999: Alan Shearer of Newcastle celebrates scoring during the FA Carling Premiership match against Derby played at St James Park in Newcastle, England. Newcastle won the game 2-0. Mandatory Credit: Ben Radford /Allsport